VETULONIA: Tranquilla sede d’altura nel comune di Castiglione della Pescaia, in posizione dominante l’ampia pianura maremmana aperta verso Grosseto. Centro di rilevante interesse archeologico,per la presenza di antichi sepolcreti e monumentali tombe etrusche,presenta aspetti significativi anche nell’antico centro medievale. E’ situata a 300 metri sul livello di mare e conta una popolazione di circa 615 abitanti. Si trova su una collina a ovest di Buriano, sul versante meridionale di Poggio Ballone. Tra le più fiorenti città dell’ Etruria  giunse a battere propria moneta e fu provvista di uno scalo marittimo. In età etrusca la città dominava un ampio golfo esteso fino a Roselle. Gli scavi archeologi hanno documentato sia i resti dell’insediamento ellenistico,sia dell’età etrusco-romana che delle necropoli villanoviane costituite in prevalenza da tombe a pozzetto. Il tutto immerso nel suggestivo scenario della campagna maremmana.

BURIANO: A breve distanza da Castiglione della Pescaia merita una breve visita il Castello di Buriano, del X secolo, che appartenne alla potente famiglia locale dei Lambardi. Il castello domina da un' altura la parte settentrionale della pianura grossetana e quindi dell' antico Prile. Esso si presenta profondamente ristrutturato, tanto che è di difficile lettura il suo impianto originario. Della fase romanica rimane parte della chiesa di S. Maria in Arcione, esterna al castello,che è stata rimaneggiata in epoche successive sul lato sinistro a causa di crolli. La rocca è un complesso poligonale di edifici con recinto fortificato, e cortile interno, posta sulla sommità del colle. Essa era organizzata su almeno due piani e vi si accedeva mediante postierla che immetteva in un androne voltato a crociera. Dalla rocca si domina l' intera zona compresa fra Vetulonia, Sestinga e Roselle.
Delle mura esterne del castello, lungo il pianoro inferiore, sono visibili, salendo dalla vallata, alcuni edifici che si insediano su antiche torri di forma quadrangolare.Il paese conobbe il massimo splendore nei primi tre secoli di questo millennio. La chiesa romanica ha il campanile incorporato e conserva una reliquia di San Guglielmo, che trovò rifugio nel "Romitorio".Questo è distante 4 km dal paese. Edificato nel 1597 da padre Giovanni da Batignano, nel luogo in cui apparve la Madonna a S. Guglielmo, che qui si rifugiò. Ogni anno la seconda domenica dopo Pasqua in onore del santo si svolge una processione che parte dal paese e giunge sino al Romitorio stesso.

ROSELLE: Le  vestigia della città etrusco-romana di Roselle costituiscono una delle aree archeologiche più significative del territorio maremmano. I suggestivi resti si inseriscono sul colle della Moscona  in una zona di rilevanti contenuti d’ambiente e di paesaggio. Con il vicino nucleo villanoviano di Nomadelfia, Roselle fu una delle prime sedi etrusche della Maremma. Tra i resti più cospicui si ricordano le tracce delle mura ciclopiche (VI secolo a.C.), quanto rimane del foro romano,di un anfiteatro,della basilica,dell’Agusteo,di edifici termali e di locali destinati all’uso commerciale,nonché le vestigia di un tempio,di una villa e di una strada romana con il caratteristico basolato.  reduce

VETULONIA: Tranquilla sede d’altura nel comune di Castiglione della Pescaia, in posizione dominante l’ampia pianura maremmana aperta verso Grosseto. Centro di rilevante interesse archeologico,per la presenza di antichi sepolcreti e monumentali tombe etrusche,presenta aspetti significativi anche nell’antico centro medievale. E’ situata a 300 metri sul livello di mare e conta una popolazione di circa 615 abitanti. Si trova su una collina a ovest di Buriano, sul versante meridionale di Poggio Ballone. Tra le più fiorenti città dell’ Etruria  giunse a battere propria moneta e fu provvista di uno scalo marittimo. In età etrusca la città dominava un ampio golfo esteso fino a Roselle. Gli scavi archeologi hanno....read more